Dr.ssa Marisa Pagliuca

Blog

Condividi l'articolo su Facebook

2020-12-23
Marisa Pagliuca

Verdure crude - Quando mangiarle

verdure crude alimentazione

Una delle buone abitudini è consumare verdure fresche e crude prima di ogni pasto.

Almeno un pasto della mia giornata inizia con un piatto di verdure crude. Possibilmente quando la pancia è vuota per usufruire dei "benefici" delle verdure fresche.

Una premessa è che l’insalata sia preparata al momento e con verdura di stagione, meglio ancora se biologica.

Le verdure in busta, le cosiddette "già pronte" le sconsiglio perché hanno perso buona parte dei principi nutritivi utili alla tua salute. A volte però capisco che non si può fare diversamente.

Meglio anche non prepararla in anticipo, lasciandola tagliata o condita in frigorifero, anche in questo caso la verdura perderà molti degli elementi benefici che contiene.

Detto questo, aggiungo che può essere una buona idea mescolare varietà e colori di verdure:

Il colore è indice del contenuto di vitamine, minerali e antiossidanti specifici e significa assumere diversi principi nutritivi, oltre che creare un piatto più attraente alla vista.

Per esempio le verdure a foglia verde sono ricche di Magnesio, gli ortaggi giallo/arancione sono ricchi di caroteni (vitamina A), le verdure rosso/viola contengono antocianine, antiossidanti utili per la salute del cuore.

Vediamo ora quali sono i principali benefici che otterrai se inizierai i tuoi pasti con un bel piatto di insalata, oltre all’assunzione di vitamine e sali minerali.

1. RAFFORZA IL SISTEMA IMMUNITARIO

La verdura cruda contiene le cellule vegetali ancora intatte e queste sono ricche di enzimi.

Gli enzimi sono molecole proteiche che intervengono, catalizzando le reazioni biochimiche, per renderle centinaia di volte più veloci.

Qualunque reazione nel nostro organismo ha bisogno di enzimi e queste molecole vengono continuamente prodotte da specifiche ghiandole e dalle cellule del sistema immunitario.

Se non si assumono sufficienti quantità di enzimi il sistema immunitario viene inutilmente mobilitato per sopperire a questa mancanza.

Il consumo di verdura cruda protegge quindi il tuo sistema immunitario da un superlavoro a cui è costretto se la tua alimentazione è povera di enzimi.

2. MIGLIORA LA DIGESTIONE

Gli enzimi, se assunti prima del pasto preparano il sistema digerente, preservando il pancreas e il fegato da un eccessivo lavoro che sono costretti a svolgere quando il pasto si apre con alimenti ricchi di amidi o proteine e privi di enzimi (come cereali e carni cotti).

Inoltre la fibra contenuta nelle verdure rallenta il passaggio degli alimenti seguenti, migliorandone la disponibilità.

Assumere fibra prima del pasto, evita anche l’improvviso aumento della glicemia che si verifica quando si mangiano carboidrati cotti e raffinati (pane bianco, grissini) o zuccheri semplici e alcolici.

3. AIUTA A CONTROLLARE IL SENSO DI FAME

Se mangi un piatto di insalata, lo stomaco comincia a riempirsi con alimenti ricchi di principi nutritivi, ma poveri di calorie e il segnale di sazietà arriverà prima al cervello.

Se hai bisogno di seguire un regime alimentare ipocalorico, questa abitudine ti aiuterà, ma anche se non segui una dieta iniziare il pasto con un piatto di insalata ti farà sentire più leggero dopo il pasto.

Se invece devi incrementare l’apporto di calorie potrai aggiungere alla tua insalata noci, semi, olive, fette di avocado, olio. Otterrai così un piatto ricco di moltissimi nutrienti preziosi e anche con calorie “buone” e avrai comunque i vantaggi dell’insalata prima del pasto.

4. AIUTA IL METABOLISMO

Assumere alimenti crudi prima del pasto permette di assorbire meglio le vitamine e i sali minerali che contengono. Le vitamine sono indispensabili a tutte le reazioni biochimiche e per mantenere un buon metabolismo di tutte le cellule.

5. PRESERVA LA FLORA BATTERICA INTESTINALE

La fibra contenuta nelle verdure serve a nutrire i batteri che abitano l’intestino.

La flora batterica intestinale svolge numerose funzioni fondamentali per la sopravvivenza.

Il sistema immunitario dipende dal microbiota per il suo funzionamento.

La microflora produce sostanze, come vitamine e acidi grassi a catena corta che sono indispensabili per la salute delle cellule dell’intestino.

Inoltre la flora intestinale svolge un compito di modulazione e di difesa nei confronti dei batteri potenzialmente pericolosi.

Prova allora a cominciare i tuoi pasti con una bella e colorata insalata, è veloce da preparare rende allegra la tavola e fa tanto bene.

A me piace condirla con olio, aceto di mele e spezie, oppure con succo di limone, erbe aromatiche e olio.

Cambia ogni giorno gli ingredienti, sarà un piatto sempre nuovo e divertente da preparare.

< Precendente

Insalata di FINOCCHI e ARANCE

Successivo >

Ricetta di guacamole - Salsa di AVOCADO versione FIT