Dr.ssa Marisa Pagliuca

Blog

Condividi l'articolo su Facebook

2020-06-29
Marisa Pagliuca

Il cibo può esserci di aiuto per il buon umore?

Alimentazione Benessere

Ebbene sì.

Ci sono cibi che stimolano questi fondamentali neurotrasmettitori, sono detti “alimenti del buonumore”, quelli che possono riuscire a farti tornare il sorriso anche in un grigio e piovoso pomeriggio.

Chi sono?

Il cacao contiene sostanze come fenetilamina e teobromina, in grado di diminuire il dolore e aumentare il piacere.

Il peperoncino che ci provoca un forte calore stimola la produzione di endorfine.

La lavanda spruzzata sul tuo cuscino o aggiunta a una saporita crema catalana, questa pianta profumata è capace di attivare col suo aroma una serie di neurotrasmettitori.

In questo caso non è il gusto, ma l’olfatto, a ottenere il risultato. Per quanto ci riguarda, va benissimo lo stesso!

Un buon bicchiere di vino rosso o a una birretta ogni tanto… ma con giudizio altrimenti esagerando potremmo avere esserti contrari come nervosismo e irritabilità.

Ginger preziosa radice per chi è stressato, affaticato o reduce da una malattia proprio per la sua capacità di bilanciare l’organismo, aiutando gli organi ad affrontare la fatica.

In più, come tutti gli alimenti fin qui descritti, aiuta a rilasciare endorfine.

Uova contengono una grande quantità di vitamina B e vitamina D, che danno un notevole apporto energetico e contribuiscono a pensare positivo!

L’avocado contiene la ciolina, che stimola la produzione di serotonina e dopamina, ma anche N-acetil-cisteina e vitamina B5, entrambi utili a migliorare energia e concentrazione.

Le banane contengono potassio (ottimo energizzante) e altre sostanze che fanno da “interruttore” al rilascio di neurotrasmettitori.

La verdura a foglia verde: Spinaci, broccoli, rucola, verdure a foglia in generale, sono tutte fonti di vitamina B, che è un antistress naturale. In particolare, la B6, di cui sono ricchi, aiuta l’organismo nella produzione di serotonina e dopamina, responsabili dell’umore.

In più sono un’ottima fonte di antiossidanti, il che aiuta a prevenire danni neuronali e migliora il funzionamento della mente.

Omega3 che troviamo nel Salmone, sgombri, sardine, ma anche la chia e anche altri tipi di semi oleosi: sono tutte fonti naturali dei preziosi Omega 3, notoriamente utili per il funzionamento del cuore e per mantenere le membrane cellulari fluide e flessibili.

Che c’entra con le endorfine? Moltissimo: se le cellule sono ben “elastiche” e in grado di comunicare tra loro, i neurotrasmettitori funzionano molto meglio!

Oltre che del tuo buonumore.

< Precendente

Le Ciliege

Successivo >

Il Cioccolato